4

Roberto Orci svela nuovi preziosi dettagli dal sequel!

Roberto Orci, sceneggiatore di Transformers: Revenge of the Fallen, ha rivelato nuovi dettagli dall’atteso sequel, in uscita sui nostri schermi il 26 giugno 2009. Inoltre pubblichiamo una nuova foto dal set del film: potete vedere Shia LaBeouf ustionato in una sequenza del film… che sia quella in cui si ferisce la mano… ovvero quella dove finzione e realtà si incontrano?

Ecco, intanto, tutti i dettagli rivelati dallo sceneggiatore:

Riguardo la ferita alla mano di Shia LaBeouf, inserita nello script: “Fortunatamente niente dovrà essere rigirato. Eravamo sul set la scorsa settimana per inserire la ferita nel copione, non che sia assolutamente necessario, ma perché vogliamo che la mano di Shia rimanga protetta per il resto delle riprese”.

Su ciò che è stato lasciato aperto nel primo film: “C’erano alcune cose che non potevamo fare nel primo film a causa del budget, ma anche perché lo studio le reputava “troppo esagerate”. Adesso alcune di queste cose le realizzeremo per il secondo film”.

A proposito del budget del sequel: “Si, abbiamo più quattrini. Aspettatevi un upgrade. E adesso conosciamo meglio quello che è possibile fare per massimizzare il budget. E abbiamo un’arma segreta… Ian Bryce, il nostro produttore”.

Sulla durata del film: “è difficile stabilirlo dal copione perché l’azione è più lunga sullo schermo che nella sceneggiatura. Cercheremo di tenerla sulle due ore, ma sento che alla fine sarà la stessa del primo film(2 ore e 24 minuti).

A proposito della struttura del Sequel: “Transformers aveva 3 linee di storia principali – Un ragazzo e la sua macchina, i soldati dietro le linee nemiche, e le persone alle prese con la difesa americana – tutti loro reagivano ai Transformers secondo diversi punti di vista che rientrano nella struttura del disaster movie. Questo secondo film sarà diverso, ci saranno più storie parallele”.

Il film è ambientato in diverse aree del mondo:  “Questo secondo capitolo è più globale, di sicuro”.

Le pellicole che hanno ispirato Transformers 2: “Ritorno al futuro, Jurassic Park, Incontri ravvicinati del terzo tipo e Terminator 2. Cerchiamo di cogliere lo stile dei film dei vecchi giorni della Amblin, come Ritorno al futuro e Gremlins, che ancora oggi sono molto divertenti. La commedia rende le cose più accessibili per un’audience più numerosa”.

Sulla differenza tra il primo e il secondo film: “Il primo film è incentrato sul mistero e la rivelazione dei Transformers, il ché significava che dovevamo tenerli nascosti un bel po’ durante la prima ora. In questo nuovo film, tutti credono nell’universo e possiamo subito saltare nel mondo dei Tranformers. L’aspetto più difficile è l’elemento sorpresa[…] Il primo film doveva essere una specie di mystery. Per il sequel, abbiamo bisogno di una struttura del tutto differente, non possiamo fidarci di quella usata nel primo”.

I temi del sequel: “Uno dei temi è la responsabilità che si affronta mentre si è lontani da casa – la vediamo in Sam che si è trasferito al College e di fatto anche i Transformers sono lontani da Cybertron”.

A proposito del teaser trailer: “Di sicuro prima della fine dell’anno”.

A proposito del marketing: “Comincerà a novembre e vedrete una spinta totale”.

A proposito del titolo: “Alex Kurtzman ha ideato il titolo ed è stato l’unico che abbiamo messo sulla copertina della sceneggiatura”.

(Fonte: TFW2005)

sweditor